Realtà e immaginazione, due aspetti che caratterizzano la fotografia e la rendono affascinante. Nel mio progetto ho voluto porre attenzione a questo particolare. 
Ogni ritratto, che rappresenta la realtà, è seguito da una fotografia apparentemente poco comunicativa ma che invece lascia spazio alla fantasia di chi si sofferma ad osservare decidendo liberamente cosa vedere e trovando un collegamento personale con il soggetto ritratto.
Anche la scelta di fotografare con pellicole monocromatiche serve ad andare oltre il limite dell’immaginario colorato a cui siamo abituati. 
La disposizione delle fotografie è volta a dare un certo dinamismo e allo stesso tempo i soggetti ritratti seguono una immaginaria linea del tempo, disposti dal più giovane al più anziano. 
Ogni soggetto sa di essere fotografato ma l' attesa prima dello scatto ha fatto sì che la posa ritornasse naturale e che lo sguardo comunicasse altri pensieri estranei all'azione del momento, lasciando  così trasparire emozioni, sogni, esperienza o saggezza delle persone ritratte.
Back to Top